lunedì 26 settembre 2016

Olio per Frittura


Scopo di questo mio articolo è quello di capire quale tra le diverse tipologie di olio che troviamo in commercio sia il più adatto alle nostre fritture. 
Per una spesa sempre più intelligente, con più gusto!!

La frittura è la modalità di cottura dei cibi che mette più a dura prova la stabilità dell’olio. Infatti se portato ad alte temperature può andare incontro ad ossidazione e conseguentemente alla formazione di sostanze nocive alla nostra salute.
Ci sono pertanto alcune regole da rispettare riguardo il tipo di olio che si sceglie per friggere.
Un olio si definisce più resistente se contiene un numero elevato di acidi grassi monoinsaturi. È il caso dell’olio di oliva, il cui contenuto di acido oleico è superiore a tutti gli altri oli che troviamo al supermercato, mostrandosi perfetto per le fritture. Al secondo posto troviamo l’olio di arachide  con un’ottima resistenza garantendoci tranquillità nel suo utilizzo.
E’ importante a questo punto non confondere l’olio di oliva con l’olio extravergine di oliva il quale non essendo raffinato possiede un numero di sostanze che lo rendono pregiato, ma che ad alte temperature vengono degradate assieme all’aroma che tende a svanire. Ecco perché il suo utilizzo nelle fritture non è consigliato così come per gli oli di semi di girasole, mais e soia che tendono a deteriorarsi facilmente se portati a temperature elevate.
Dunque l’olio di oliva non extravergine e quello di semi di arachidi avendo anche un punto di fumo adeguato ( temperatura a cui scaldando un certo olio si comincerà a produrre fumo in modo continuo) sono i più adatti alla frittura.
E’ bene quindi prestare attenzione alla temperatura a cui si porta l’olio durante la frittura. Temperatura che dovrebbe essere costantemente tenuta tra i 160 e i 180°C. In questo intervallo infatti si riesce ad ottenere la migliore cottura senza la liberazione di sostanze tossiche e senza che l’olio penetri ed impregni l’alimento. Sebbene di nessun olio si conosca con esattezza il punto di fumo, quelli di oliva e di semi di arachidi rientrano sicuramente in questo intervallo.
E’ consigliabile pertanto tenere in casa un termometro da cucina da utilizzare all’occorrenza.
E’ opportuno inoltre friggere in olio profondo, ovvero utilizzare una quantità di olio tale da ricoprire completamente l’alimento che si porta a frittura.
E’ sconsigliato oltre a ciò riutilizzare lo stesso olio con il quale si è già fritto.

Sperando di esservi stata d'aiuto auguro una Buona frittura a tutti!!
Eleonora

*Buona parte delle informazioni le ho tratte dal sito della Fondazione Umberto Veronesi.


giovedì 22 settembre 2016

Gamberoni al Brandy


INGREDIENTI (2 pers)
10 Gamberoni
Brandy ( ½ bicchiere circa)
Olio evo qb
Qualche goccia di limone

Iniziate sciacquando i gamberoni sotto acqua, quindi li disponete in padella con un goccino d’olio ed incoperchiate.  Appena iniziano a rosolare li sfumate con il brandy. Lasciate evaporare tutto l’alcol e li girate. Incoperchiate nuovamente e lasciate cuocere per circa tre minuti o comunque finchè iniziano a rosolare.

Serviteli ben caldi con una spruzzata di succo di limone.

Buon appetito!!


lunedì 19 settembre 2016

Risotto Carote e Mandorle


INGREDIENTI (per 2 persone)
200 gr di Riso
1,5 lt di Brodo vegetale
300 gr di Carote
4 cucchiai di Farina di Mandorle
40 gr di Parmigiano
1 Scalogno
Olio evo qb
1 noce di burro
1 bicchiere di vino bianco
Sale e Pepe qb


Iniziate  lavando, pelando e tagliando le carote per tritarle finemente. Quindi le mettete da parte.

Iniziate a preparare il risotto versando in un tegame l’olio e facendo appassire lo scalogno tritato stando attenti a non bruciarlo. Versate il riso, lo fate tostare per qualche secondo quindi lo sfumate con il vino bianco.

Appena la parte alcolica del vino sarà sfumata aggiungete le carote precedentemente tritate, la farina di mandorle ed iniziate ad incorporare il brodo un mestolo alla volta. In questo modo il riso cuocerà per assorbimento, mescolando ed aggiungendo il brodo man mano che verrà assorbito, fino a completa cottura del risotto.

Arrivati al termine della cottura mantecare, a fuoco spento, con una noce di burro ed il parmigiano.

Aggiustare di sale e pepe e servire caldo.

Buon appetito!!                        

CONSIGLI:
* Se gradite sentire la consistenza delle mandorle potete aggiungerne  delle scaglie su ogni porzione
* Per ottenere un risultato ottimale vi consiglio di tritare le carote nel mixer.

RICETTE CORRELATE:

sabato 17 settembre 2016

Plumcake di Bieta e Olive taggiasche


INGREDIENTI (per stampo da 30 cm)
1 Mazzo di Bieta
2 Cucchiai di Olive taggiasche
125 g di Yogurt bianco
50 ml di latte
100 g di farina “0”
100 g di amido di mais
1 Bustina di lievito istantaneo per pizza
3 Cucchiai di parmigiano grattugiato
2 Uova
Sale e Pepe qb
1 spicchio di aglio
Olio evo qb




Per prima cosa lavate e tagliate la la bieta e sbollentatela in acqua, oppure fatela appassire in padella con un paio di bicchieri d'acqua. 
Una volta cotta ripassatela in padella con olio ed aglio regolando di sale e pepe.

Per preparare l'impasto del Plumcake in una ciotola sbattete le uova con il latte e lo yogurt , incorporate quindi il parmigiano, le farine ed il lievito setacciati. 
Ad impasto pronto aggiungete la bieta e le olive taggiasche triturati grossolanamente a coltello. 

A questo punto versate il composto in uno stampo da cm 30 imburrato e infarinato oppure ricoperto con carta forno.

Infornare a 180°C per circa 45 minuti.


martedì 13 settembre 2016

Linguine ai Lupini freschi



INGREDIENTI (per 2 persone)
350 gr di lupini freschi
200 gr di linguine
1 bicchiere di vino bianco
Prezzemolo trito
Olio evo qb
1 spicchio d’aglio
Sale e Pepe qb

In una padella a scaldare lo spicchio d’aglio in olio evo.

Appena l’aglio inizia a sfrigolare (non deve assolutamente bruciare), lo scartate ed aggiungete i lupini. Incoperchiate ed aspettate che inizino ad aprirsi, quindi sfumate con il vino bianco. 

Lasciate che la parte alcolica del vino evapori, incoperchiate e dopo circa 3 min spegnete il fuoco ed aggiungete il prezzemolo.

Scolate la pasta a metà cottura conservando una tazza di acqua di bollitura.

Mettete le linguine nella padella con i vostri lupini e versando l’acqua di cottura poco alla volta farete terminare di cuocere. In questo modo le linguine assorbiranno tutto il sapore del condimento formando una deliziosa cremina!!

Buon appetito!!


CONSIGLI:
* Servite questo piatto bene caldo, il sapore dei lupini verrà esaltato.
* Per un gusto più deciso potete decidere di tritare l’aglio anziché metterlo intero per poi toglierlo.
* Salate l’acqua della pasta ma non la salsa con i lupini in quanto questi sono già molto saporiti. Quando la vostra salsa sarà pronta aggiustate solamente di pepe o peperoncino secondo i gusti.
* Per non rischiare di trovare sabbia all’interno di nessun lupino vi consiglio di spurgarli due ore prima di iniziare a cuocerli. Li mettete in una ciotola con acqua e sale grosso avendo cura di rifare questo passaggio per un paio di volte, quindi li sciacquate vigorosamente sotto acqua corrente fresca. 

RICETTE CORRELATE:

mercoledì 7 settembre 2016

Girello di Vitello arrosto in forno


INGREDIENTI (per 6 persone)
500 gr di Girello di Vitello
½ lt di Brodo vegetale
2 carote
1 Cipolla
2 Scalogni
1 Costa di sedano
Vino rosso qb
Rosmarino qb
2 Foglie di Alloro
Salvia qb
Olio evo qb
Sale e pepe

Iniziate preparando le verdure. Sbucciate quindi la cipolla tagliandola in quarti, gli scalogni tagliandoli a metà. Pelate carote e sedano e tagliateli in pezzi grossolani.

Lavate sotto acqua corrente fresca tutte le verdure e mettetele da parte.

In una casseruola dai bordi alti versate un filo d’olio ed iniziate a rosolare il girello precedentemente massaggiato con sale e pepe, sigillandolo da tutti i lati.

Sfumate con un bicchiere di vino rosso ed aggiungete le verdure messe da parte e le erbe aromatiche.

Evaporato il vino aggiungete il brodo vegetale, regolate di sale e pepe ed attendete che arrivi a bollore.

Trasferite ora il tutto in una pirofila e lasciate cuocere in forno per 1h e 30 min a 170°C

Servite il girello tagliato a fette sottili con le verdure, il brodo di cottura filtrato e delle erbe aromatiche fresche.

Buon Appetito!!

CONSIGLI:
* Per ottenere una salsa densa da versare sopra il vostro girello potete filtrare il brodo di cottura e portarlo a bollore. Aggiungete quindi un cucchiaino di maizena setacciata e mescolate. In pochissimi minuti otterrete una salsa densa e buonissima!!

RICETTE CORRELATE:


lunedì 5 settembre 2016

Spezzatino primavera


INGREDIENTI (per 4 pers)
600 gr di bocconcini di vitella
2 Carote
3 Patate
1 Cipolla
300 gr di Pisellini fini
1 Scalogno
Rosmarino qb
1 bicchiere di vino bianco
Olio evo qb
Sale e pepe qb (oppure del peperoncino)

Iniziamo a preparare questo piatto lavando, pulendo e tagliando le nostre verdure. Quindi ce le mettiamo da parte.


A questo punto facciamo sigillare i nostri bocconcini in una casseruola con olio ed il rosmarino.


Non appena la carne sarà sigillata aggiungiamo la cipolla e sfumiamo con il vino bianco.

 


Non appena la parte alcolica del vino sarà evaporata possiamo aggiungere le verdure che abbiamo precedentemente tagliato e circa un paio di bicchieri di acqua calda (o di brodo se ce l’abbiamo) e lasciamo cuocere con il coperchio per circa un’ora e mezza a fuoco medio-basso.


Il nostro piatto sarà pronto non appena tutto il liquido di cottura si sarà consumato.

Buon appetito!!

RICETTE CORRELATE:
Spezzatino di Maiale